I cani possono aiutare i bambini affetti da autismo?

i cani possono essere dei "catalizzatori" sociali per i bambini autistici

i cani possono essere dei “catalizzatori” sociali per i bambini autistici

L’autismo (o disordine dello spettro autistico) è un gruppo di disturbi dello sviluppo cerebrale che ostacolano la capacità del bambino di comunicare e interagire socialmente. Il disturbo dello spettro autistico va dai casi più gravi, che vanno sotto la dicitura di “autismo classico”, alla forma relativamente più lieve chiamata sindrome di Asperger.
Un team dell’Istituto Superiore di Sanità di Roma, guidato dalla dott.ssa Cirulli e dal dott. Alleva, ha studiato come i cani possano svolgere la funzione di “catalizzatori” sociali per i bambini affetti da questo disturbo. I cani, infatti, possono aiutare questi bambini a sviluppare emozioni e legami affettivi.
È noto come i cani siano in grado di aiutare in molti modi persone affette sia da patologie fisiche che da patologie mentali. Conosciamo tutti i “cani da assistenza” (per esempio i cani guida per ciechi), che vivono al fianco del loro proprietario aiutandolo in tutto e per tutto, regalandogli più autonomia e meno stress!
Il team ha svolto delle ricerche per capire se questi cani possano essere d’aiuto per i bambini affetti da autismo e in che modo il supporto dei cani possa essere utile ai bambini e alle loro famiglie per vivere una vita più serena. Lo studio è stato pubblicato a Febbraio sul Journal of Alternative and Complementary Medicine, ma i ricercatori, che non vogliono saltare a conclusioni affrettate, hanno comunicato che si stanno muovendo nella giusta direzione e stanno avendo riscontri positivi.

grazie alla presenza dei cani l'aggressitività di alcuni bambini è calata notevolmente e sono aumentati i sorrisi.

grazie alla presenza dei cani l’aggressitività di alcuni bambini è calata notevolmente e sono aumentati i sorrisi.

Il team della dottoressa Cirulli ha pubblicato sei studi sugli effetti dei cani sui bambini autistici.

In uno di questi studi hanno riscontrato come, durante la sessione di terapia in cui il cane era presente, i bambini erano molto più loquaci e propensi alle interazioni sociali. In un altro studio si è riscontrato come, sempre grazie alla presenza del cane durante la seduta di terapia, l’aggressività di alcuni bambini calasse notevolmente e i sorrisi fossero più frequenti. Volendosi soffermare soltanto sui parametri fisiologici (tralasciando il lato emotivo e psicologico), i ricercatori hanno notato come i livelli di cortisolo (ormone dello stress) calassero notevolmente in presenza del cane e si rialzassero tutte le volte in cui il cane veniva allontanato.
Però non guardiamo solo i numeri e i parametri…veder sorridere e interagire un bambino autistico è una vittoria per i ricercatori ma soprattutto per le famiglie e per i bambini stessi!

Il team ha svolto anche un altro tipo di studio focalizzando l’attenzione su dei cani addestrati a vivere direttamente con le famiglie. Questi cani aiutano il bambino a “rimanere al sicuro”. In poche parole, ogni volta che la famiglia non è presente, il cane deve stare attento che il bambino non fugga o non si faccia male. In alcuni casi, i genitori e le famiglie di bambini affetti da autismo, con la loro (comprensibile) ansia, contribuiscono all’isolamento sociale di questi ultimi rischiando di creare ancora più difficoltà. Un cane da assistenza ad hoc potrebbe fare la differenza sia per la famiglia
(che potrebbe vivere meno l’ansia della situazione) sia per il bambino (che psicologicamente e fisicamente ne trarrebbe tutti i vantaggi)!

i cani addestrati a vivere con le famiglie aiutano il bambino autistico a "rimanere al sicuro".

i cani addestrati a vivere con le famiglie aiutano il bambino autistico a “rimanere al sicuro”.

Ovviamente, questo non è un discorso che può essere applicato genericamente a tutti i bambini autistici. Per alcuni bambini affetti da autismo, infatti, il cane non è la soluzione migliore perché potrebbe portarli a sviluppare o incrementare un comportamento “iper”.

Però la ricerca procede…
Quello che si deve sottolineare è che gli studi sono stati condotti con l’ausilio di cani da assistenza, cani preparati a svolgere certi lavori e a relazionarsi a persone di vario tipo o affette da varie patologie.  Sarebbe un pericoloso azzardo dire che tutti i cani possono aiutare questi bambini! Di sicuro avere al fianco un cane in molti casi può essere terapeutico, ma quando si tratta di situazioni serie, e soprattutto quando ci sono di mezzo dei bambini, è bene affidarsi a “cani con esperienza” in ambito terapeutico. 

Paola De Ruggieri

Paola De Ruggieri

Educatore Cinofilo. Mi occupo di Educazione, Obedience, Agility ed Utilità e Difesa.
Zio Steve e Shine sono i miei maestri
Paola De Ruggieri

One Comment

on “I cani possono aiutare i bambini affetti da autismo?
One Comment on “I cani possono aiutare i bambini affetti da autismo?
  1. Pingback: I CANI POSSONO AIUTARE I BAMBINI AFFETTI DA AUTISMO? | Counselart

Comments are closed.