Cani da guerra (prima parte)

A cura di Anna de Romita (istruttrice cinofila-Bari)

 

Cani da guerra…

cani accanto a milioni di uomini durante la Grande Guerra,

co-protagonisti silenziosi dei destini di uomini coinvolti nel conflitto,

vicini come aiutanti, collaboratori, soldati veri e propri

oppure come compagni, amici, fratelli,

pronti a scambiarsi affetto e fedeltà sinceri.

Alcuni scatti raccontano la storia di queste relazioni

fatte di ombre e di luci…

E se volete saperne di più pazientate fino a domani….rimanete sintonizzati su Dog Magazine!

 

Credits: Topical Press Agency/Getty Images
Austria, luglio 1916. Un cane trova un soldato ferito sdraiato sotto un albero, durante la prima guerra mondiale.

Credits: Spencer Arnold/Getty Images
1916 circa. Il barone tedesco Manfred von Richthofen (1892-1918), asso del volo, noto anche come Il Barone Rosso, con il suo cane Moritz.

Credits: Hulton Archive/Getty Images
Due soldati americani in procinto di imbarcarsi con i loro animali domestici, un bassotto e un procione.

Credits: Topical Press Agency/Getty Images
Novembre 1917. Il levriero irlandese ‘Doreen’, al seguito delle Guardie irlandesi come mascotte, prende parte al servizio funebre di un giovane soldato.

Credits: A. R. Coster/Topical Press Agency/Getty Images
Stamford Bridge, settembre 1918. Un bulldog con una scatola legata sulla schiena raccoglie offerte per dare aiuto ai disabili nel corso di una giornata dello sport.

Credits: W. G. Phillips/Phillips/Getty Images
1916. Il cane bulldog Jumbo, mascotte del generale Joffre, ferito da una scheggia durante la battaglia di Aras.

Credits: Topical Press Agency/Getty Images
1917. Soldati italiani con i loro cani durante la prima guerra mondiale.

Credits: Hulton Archive/Getty Images
1917 circa. Un cane della croce rossa trova un soldato ferito.

Credits Underwood &Amp Underwood/National Geographic Society/Corbis
Prima Guerra Mondiale. Nella foto un cane e un soldato impiegati in un’area a rischio di gas.

Credits Museo della Guerra Bianca in Adamello.
autore: anonimo.
1915-1918
Fronte dell’Adamello, Passo Garibaldi, cani con slitte leggere

 

 

Redazione DM.it