Attenti al caldo!

Aumentano in modo considerevole i casi di morte per colpi di calore e ipertermia dei nostri amici a 4 zampe.

È sicuramente necessario prevenire le situazioni in cui ciò possa avvenire non chiudendo assolutamente il cane in macchina per  molto tempo, evitando di lasciarlo in zone senza ombra e acqua durante le ore più calde della giornata e non facendogli fare qualsiasi tipo di attività fisica senza le dovute precauzioni, prediligendo sessioni di lavoro brevi e in orari in cui la temperatura è più bassa.

Purtroppo il cane è maggiormente predisposto al colpo di calore rispetto all’uomo perché la sua temperatura corporea si aggira normalmente intorno ai 38° e il suo processo di raffreddamento è meno efficace e più lento del nostro. Il suo sistema di sudorazione  avviene solo a livello dei cuscinetti plantari e della respirazione quindi l’evaporazione  avviene in modo più lento e difficoltoso.

Bisogna prestare maggiore attenzione ai cuccioli, ai cani anziani e ai soggetti con problemi cardiaci e obesi che possono essere più sensibili al colpo di calore.

Come riconoscerlo?

  • Disagio, irrequietezza ed un respiro notevolmente affannoso
  • Aumento della frequenza cardiaca
  • Vomito e difficoltà nella deambulazione
  • Inspessimento della lingua e produzione di grandi quantità di bava da naso e bocca
  • Gengive bluastre o rosso scuro

Nel caso in cui si riconoscessero questi sintomi è necessario abbassare la temperatura corporea del nostro amico a 4 zampe, portandolo in un posto ombrato e ventilato con acqua fresca a disposizione e applicando, soprattutto nella zona ascellare ed inguinale, asciugamani o coperte bagnate.

Dopo il primo tempestivo intervento è consigliabile portare il cane nella struttura veterinaria più vicina per un’assistenza efficace per contrastare la disidratazione, è quindi importante avere ben presenti le strutture di pronto soccorso della zona in cui stiamo passando le nostre vacanze.

La mortalità in caso di ipertermia e colpi di calore è del 25-30%, essere superficiali può costare la vita al nostro amico a 4 zampe.

Latest posts by Flavia Pisciotta (see all)